London, 17 Gennaio 2000.
For immediate release.

Contact the ABD

Previous
Comunicato Stampa
Next

English / Inglesi
Associazione Di Guidatori Inglesi (ABD): Giu’ Con Il Blocco Milanese
Milano sta ‘dicendo alle macchine di stare fuori dalla citta’ per fare respirare la gente’. Questa e’ un’ulteriore prova delle diffuse voci riguardanti le emissioni delle auto e la salute. La ABD sostiene che questa teoria merita di essere buttata nella pattumiera, assieme a molte altre false notizie sull’ambiente.
In seguito alla campagna Francese in cui il divieto alla circolazione cittadina viene applicato alternativamente ad auto con targhe di numero pari o dispari, quest’ultimo esempio di isteria contro l’automobile non aiutera’ a migliorare la nostra salute e forse provochera’ ancora piu’ danni a causa del genere di trasporto che si renderà necessario per spostare persone e merci in assenza delle macchine.

L’ABD sostiene che i mezzi pubblici, una parte essenziale dell’infrastruttura di trasporto di ogni citta’, sono comunque piu’ inquinanti e meno validi dei mezzi di trasporto privati. Anche tenendo conto del fatto che i mezzi pubblici trasportano piu’ persone o merci, il livello di emissioni e’ piu’ alto (Centro Nazionale di Tecnologia Ambientale, Gran Bretagna) ed il consumo di energia primaria e’ piu’ elevato (fino al 60% in piu’-Consiglio Tedesco di Consulenza Automobilistica) dei mezzi privati.

In Inghilterra, la connessione fra emissioni delle auto ed i problemi respiratori, tipo bronchite ed asma, e’ ormai praticamente abbandonata da tutti tranne qualche gruppo contrario alla motorizzazione. Il Consiglio Nazionale di Asmatici, la Fondazione Inglese di Allergie e parecchi esperti medici si sono gia’ pronunciati contro la follia di una tale connessione causa-effetto.

L’emerito Professore Stanley Feldman (Charing Cross e Scuola Medica di Westminster, 1995) ha pubblicato il seguente commento (Lettera al London Weekly Times del 03/02/1995):

"Negli ultimi 40 anni il livello di inquinamento dell’aria ha subito una drastica riduzione. Nonostante cio’, il numero di asmatici e’ aumentato".

"Il problema dell’asma infantile nei bambini e’ piu’ grave nelle campagne che in città".

"...secondo l’evidenza scientifica, l’inquinamento non provoca bronchite o asma, e l’uso delle maschere anti-smog non fa altro che identificare il portatore come un credulone".

DR Kenneth Kalman, Ufficiale sanitario Capo del Dipartimento Studi sulle cause dell’asma riassume cosi’ la situazione:
"L’inquinamento nell’aria non causa l’asma ... non esiste alcuna correlazione fra il livello di emissioni delle auto e l’incidenza dell’asma."
Il portavoce dell’ABD sulle Scienze e L’Ambiente commenta:
"L’isola remota di Tristan de Cunha, nell’Atlantico del Sud, dimostra che non esiste alcuna connessione tra il basso livello di emissione delle auto moderne e l’asma. L’isolamento e la qualita’ dell’aria sull’isola sono eccezionali, tuttavia i medici hanno trovato che quasi tutti gli abitanti soffrono d’asma."

"Qualsiasi tentativo di limitare la libera scelta del metodo di trasporto, e quindi la liberta’ di circolazione, esagerando la preoccupazione del pubblico nei confronti di problemi sanitari, e’ semplicemente una tattica diversiva."

I tentativi di incoraggiare l’uso di mezzi pubblici di per se’ inquinanti, in definitiva si ritorcono su se stessi. I veri motivi che stanno dietro queste manovre sono di carattere socio-politico e non sanitari e di pubblico benessere.

Cittadini Milanesi ed Europei, l’ABD vi consiglia
di non lasciarvi "guidare" fuori dalle vostre auto!

 

L’ABD puo’ essere contattata al seguente indirizzo:
  PO Box 2228, Kenley, Surrey CR8 5TZ, Gran Bretagna

 

This press release in English / Inglesi

· Site established 1996-07-20.